Calendario

CORPI CIVILI DI PACE

Gli Interventi Civili di Pace si configurano come azione civile, non armata e nonviolenta di operatori professionali e volontari che, come terze parti, sostengono gli attori locali nella prevenzione e trasformazione dei conflitti. L'obiettivo degli interventi è la promozione di una pace positiva, intesa come cessazione della violenza ma anche come affermazione di diritti umani e benessere sociale.

Si impegnano a rispettare i seguenti principi etici: nonviolenza, ownership locale, terzietà nel conflitto, indipendenza, diritti umani, non discriminazione ed equità di genere, responsabilità (accountability), trasparenza e integrità. 

La legge n. 147 del 2013 (Legge di stabilità 2014) ha previsto l'istituzione in via sperimentale di un contingente di corpi civili di pace destinato alla formazione e alla sperimentazione della presenza di 500 giovani volontari da impegnare in azioni di pace non governative nelle aree di conflitto o a rischio di conflitto o nelle aree di emergenza ambientale. La sperimentazione si realizza secondo la normativa del servizio civile nazionale.

Questa sezione del sito raccoglie testi, materiali ed aggiornamenti relativi alla sperimentazione triennale in corso, nonché le testimonianze dei volontari impegnati nei progetti dei Corpi Civili di Pace avviati a partire dal 5 giugno 2017.

Corpi Civili di Pace

Non mi sarei mai aspettata di festeggiare il Carnevale in Guinea Bissau, eppure per il paese è una delle ricorrenze più importanti e celebrate durante l’anno, ed è uno dei Carnevali più famosi dell’Africa Occidentale.
I Corpi Civili di Pace (CCP) rappresentano un modello sperimentale di impiego di giovani volontari nella prevenzione e ricomposizione dei conflitti.
Quando si parla di Nonviolenza, spesso si rischia che il concetto venga interpretato con un’accezione semplicistica e fuorviante. Molti attribuiscono all’idea della Nonviolenza quella sfumatura buonista, perbenista, a tratti ipocrita e fatta di apparenze, tipica del kitsch su cui si omologa sempre di piú questa societá globalizzata.
Siamo ad Aramachay, comunità campesina nel distretto di Sincos, dove portiamo avanti uno dei progetti in corso.
Nella sezione dedicata ai Corpi civili di pace del sito www.serviziocivile.gov.it, è stata attivata un’apposita area riservata ai volontari che prestano servizio nei Corpi civili di pace in Italia e all'estero.
Sul muro che delimita l'ingresso alla scuola di Mambegu, un piccolo e sperduto villaggio nel sud della Tanzania, si legge ''Elimu ni nuru'', che tradotto dal swahili significa ''L'istruzione è luce''.
Quest’anno in Bosnia Erzegovina l’inverno fatica ad arrivare. La neve cade copiosa, ma non rimane per molto, si scioglie e lascia il posto a fiumi d’acqua che scorrono e allagano le strade.
Siamo ormai all’esatta metà del nostro servizio con il progetto dei Corpi Civili di Pace a Santa Cruz de la Sierra, in Bolivia. Siamo anche agli sgoccioli del 2017 e sento dunque necessario, come ogni volta che si è in chiusura, fare alcuni passi indietro e valutare il cammino svolto.
Pagina 4 di 7