Calendario

CORPI CIVILI DI PACE

Gli Interventi Civili di Pace si configurano come azione civile, non armata e nonviolenta di operatori professionali e volontari che, come terze parti, sostengono gli attori locali nella prevenzione e trasformazione dei conflitti. L'obiettivo degli interventi è la promozione di una pace positiva, intesa come cessazione della violenza ma anche come affermazione di diritti umani e benessere sociale.

Si impegnano a rispettare i seguenti principi etici: nonviolenza, ownership locale, terzietà nel conflitto, indipendenza, diritti umani, non discriminazione ed equità di genere, responsabilità (accountability), trasparenza e integrità. 

La legge n. 147 del 2013 (Legge di stabilità 2014) ha previsto l'istituzione in via sperimentale di un contingente di corpi civili di pace destinato alla formazione e alla sperimentazione della presenza di 500 giovani volontari da impegnare in azioni di pace non governative nelle aree di conflitto o a rischio di conflitto o nelle aree di emergenza ambientale. La sperimentazione si realizza secondo la normativa del servizio civile nazionale.

Questa sezione del sito raccoglie testi, materiali ed aggiornamenti relativi alla sperimentazione triennale in corso, nonché le testimonianze dei volontari impegnati nei progetti dei Corpi Civili di Pace avviati a partire dal 5 giugno 2017.

Il 15 ottobre del 1987, Thomas Sankara fu brutalmente ucciso in una congiura. A 30 anni dalla sua morte, vorrei ricordare e far conoscere un personaggio politico che non trova accoglienza nei libri di storia “occidentali” eppure il primo presidente del Burkina Faso è simbolo, ancora attuale, di un impegno politico, volto al raggiungimento concreto della felicità del popolo.
E' da poco passato l'11 settembre, ricordato oggi da tutto il mondo per l'attacco terroristico del 2001. In Cile, l'11 settembre è anche il giorno in cui, nel 1973, il Generale Pinochet ordina l'assedio ed il bombardamento del palazzo presidenziale "La Moneda". Gennaro ci aiuta a ricordare un "limpido esempio di lotta nonviolenta" , la campagna del "NO": quando la comunicazione fa il suo dovere.
Emanato con decreto 666/2017 del Capo del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, il Codice Etico dei Corpi Civili di pace adottato ai sensi dell’articolo 8 del Decreto interministeriale 7 maggio 2015, ed approvato all’unanimità dal Comitato di monitoraggio e valutazione*
"Il mio mondo non è il mondo, e la mia realtà non è la realtà: basta questo a giustificare il fatto che è impossibile utilizzare ciò che è mio, ciò che mi ha costruito e mi guida, come metro di giudizio. Solo così il giudizio lascerebbe spazio alla comprensione" 
Una vacanza con D. a Parigi, un atto terroristico violento, una riflessione su condivisione ed individualità. Eleonora traccia un filo rosso che collega in modo profondo l'incontro con la diversità e l'individualità che caratterizza oggi la società francese
L'articolo di Lucia De Smaele, responsabile dell'Ufficio Servizio Civile di Focsiv, sul corso per formatori dei Corpi Civili di Pace al quale sta prendendo parte
Pagina 1 di 22