Calendario

Maggio 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

CORPI CIVILI DI PACE

Gli Interventi Civili di Pace si configurano come azione civile, non armata e nonviolenta di operatori professionali e volontari che, come terze parti, sostengono gli attori locali nella prevenzione e trasformazione dei conflitti. L'obiettivo degli interventi è la promozione di una pace positiva, intesa come cessazione della violenza ma anche come affermazione di diritti umani e benessere sociale.

Si impegnano a rispettare i seguenti principi etici: nonviolenza, ownership locale, terzietà nel conflitto, indipendenza, diritti umani, non discriminazione ed equità di genere, responsabilità (accountability), trasparenza e integrità. 

La legge n. 147 del 2013 (Legge di stabilità 2014) ha previsto l'istituzione in via sperimentale di un contingente di corpi civili di pace destinato alla formazione e alla sperimentazione della presenza di 500 giovani volontari da impegnare in azioni di pace non governative nelle aree di conflitto o a rischio di conflitto o nelle aree di emergenza ambientale. La sperimentazione si realizza secondo la normativa del servizio civile nazionale.

Questa sezione del sito raccoglie testi, materiali ed aggiornamenti relativi alla sperimentazione triennale in corso, nonché le testimonianze dei volontari impegnati nei progetti dei Corpi Civili di Pace avviati a partire dal 5 giugno 2017.

Venerdì, 28 Ottobre 2011 13:44

Il progetto Caschi Bianchi Oltre le vendette

Scritto da

L'obiettivo generale del progetto:  Promuovere meccanismi di riconciliazione e ricomposizione dei conflitti generati dalle "vendette di sangue"


OBIETTIVO SPECIFICO 1
Promuovere un' indagine dettagliata ed aggiornata del fenomeno delle "vendette di sangue" nel Nord Albania attraverso un'azione di ricerca sul fenomeno e disseminazione dei relativi risultati.

ATTIVITA' previste per i volontari:
- Raccoglie i dati sulle famiglie in reclusione ed elabora report descrittivi e informativi
- Partecipa alle visite alle famiglie, stila report e aggiorna i dati nelle schede familiari
- Ricerca e produce materiale di approfondimento specifico sul tema del Kanun
- Realizza report statistici ed elabora dossier tematici
- Raccoglie i dati sulle famiglie in reclusione ed elabora report descrittivi e informativi


 OBIETTIVO SPECIFICO 2
Incrementare e consolidare il livello di relazione e fiducia tra operatori e famiglie in vendetta di sangue aumentando il numero delle opportunità educative, ricreative e formative, lavorative per componenti familiari utili a promuovere percorsi di riconciliazione attraverso il ripristino e l'accesso a Diritti Umani violati.

ATTIVITA' previste per i volontari:
- Partecipa alle equipe di coordinamento nella pianificazione delle visite
- Partecipa alle visite alle famiglie e contribuisce alla raccolta dei bisogni
- Stila report e aggiorna i dati nelle schede familiari
- Analizza i dati disponibili e contribuisce alla pianificazione dell'intervento di supporto
- Accompagna gli operatori di coordinamento e i gli educatori nelle visite preliminari con le nuove famiglie individuate
- Supporta la pianificazione delle attività di educazione e li assistono nelle attività di animazione con minori sotto vendetta
- Prepara i colloqui di orientamento
- Prepara i moduli formativi
- Collabora alle attività ludico ricreative e interagisce con le bambini e le famiglie visitate
- Collabora ai briefing preparatori e partecipa agli accompagnamenti
- accompagna le persone sotto vendetta ai luoghi per la formazione-lavoro e di fare attività di tutoring nei confronti dei beneficiari
- Supporta i percorsi di riconciliazione tra le famiglie promossi dagli operatori
- Raccoglie i dati sulle famiglie in reclusione ed elabora report descrittivi e informativi


OBIETTIVO SPECIFICO 3
Favorire il coinvolgimento della società civile e delle istituzioni albanesi e internazionali sul tema  attraverso la produzione di informazione dal basso, iniziative e manifestazioni di sensibilizzazione, la redazione  di report od altri tipi di documenti  all' indirizzo di istituzioni pubbliche albanesi ed internazionali ed il consolidamento di relazioni con istituzioni pubbliche nazionali ed internazionali.

ATTIVITA' previste per i volontari:
- Partecipa agli incontri di coordinamento con le reti e alle tavole rotonde e agli incontri pubblici promosse dagli Enti
- Supporta gli operatori nella pianificazione delle azioni di sensibilizzazione
- Partecipa alle iniziative pubbliche di sensibilizzazione
- Supporta i volontari nella pianificazione e nella realizzazione dei laboratori
- Partecipa alla creazione del materiale informativo
- Contribuisce alla realizzazione di report informativi, articoli giornalistici
- prepara la reportistica e il materiale divulgativo da diffondere nel paese e in Italia
- Collabora alla tenuta di contatto con le Istituzioni pubbliche locali e  internazionali
- Monitoraggio costante di ogni attività del progetto, mantenendo un rapporto continuo e assiduo con tutti i componenti del gruppo di lavoro mobilitato dal progetto.