Calendario

Aprile 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Aree di intervento

27 anni, di Roma, laureata in Relazioni Internazionali e Studi Europei, Eleonora ha svolto il suo anno di Servizio Civile a Cusco, in Perù. “Bam bam bam, bam bam bam, BAM BAM BAM… E’ al ritmo di grandi tamburi che mi sono sentita parte di un tutto, un tutto composto da contadine, leader comunitarie, attiviste, volontarie, comunicatrici, andine, indigene, peruviane, colombiane, ecuadoriane, brasiliane, boliviane, per dirlo con una sola parola, Donne.”
Riflessioni sull’incontro tra il Presidente del Consiglio dei Ministri e i volontari del Servizio Civile.
Territorio indipendente, rivendicato dalla Georgia, dove però vigono il fuso orario ed il rublo russi. Quella dell'Abcasia è una storia contemporanea di conflitto e divisione, ma questo non ha tolto ai suoi abitanti la possibilità di valorizzare le proprie bellezze paesaggistiche e culturali, ce le racconta Arianna.
Erica ha svolto il suo servizio civile nell’Ecuador amazzonico di Puerto Francisco de Orellana occupandosi di Diritti e Ambiente. “Ci troviamo in Ecuador orientale, nella regione amazzonica, caratterizzata da un grado di biodiversità tra i più alti al mondo, dalla presenza di numerose comunità indigene, alcune delle quali in isolamento volontario, ultime portatrici di un sapere ancestrale basato sulla cosmovisione – ovvero la comunione inscindibile tra uomo, natura e spiritualità- di comunità di contadini “mestizos” definiti “colonos
E' da poco passato l'11 settembre, ricordato oggi da tutto il mondo per l'attacco terroristico del 2001. In Cile, l'11 settembre è anche il giorno in cui, nel 1973, il Generale Pinochet ordina l'assedio ed il bombardamento del palazzo presidenziale "La Moneda". Gennaro ci aiuta a ricordare un "limpido esempio di lotta nonviolenta" , la campagna del "NO": quando la comunicazione fa il suo dovere.
Federica ha svolto il suo servizio civile a Lima, in Perù, occupandosi di conflitti ambientali, con diverse missioni nelle comunità indigene del paese. “Nella foto delle grosse motociclette contrastano con la donna in primo piano, é una mamita, ovvero una contadina di una comunità indigena quechua nelle Ande peruviane. La comunità situata nei pressi della città di Caraz, si trova ad un’altitudine di circa 3000 metri, quel tanto che basta per rendere l’aria rarefatta ed i movimenti difficili soprattutto per chi come me non é abituato alla bassa pressione ed alla mancanza di ossigeno”.
"Sì, è assurdo ai vostri occhi, ma..": l'intervista alla signora Liuba, mamma di Ania, che ci racconta le difficoltà che ha passato, e che tutt'ora in Russia esistono, per dare la possibilità di un'educazione a sua figlia e ad altri ragazzi con disabilità.
In Kosovo le persone con disabilità (molte anche a causa delle ferite della guerra) vivono spesso discriminate. Le leggi per affermare i loro diritti non mancano, ma restano inapplicate. Alcuni progetti, come Step di Caritas, provano a invertire la tendenza