Calendario

Aprile 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

"Si è stranieri quando, nonostante la nostalgia, si scopre che non c’è cosa più bella se non sentirsi accolti." Veronica, Casco Bianco in Kenya, ci introduce in un’interessante riflessione sul significato di essere straniero e ci racconta cosa ha significato per lei essere straniera a Siongiroi.
“Moria è un posto inumano, faccio fatica a non paragonarlo ai campi di concentramento nazisti che ho visto nei libri di scuola o nei film”. Le parole coraggiose di Ornela, che alle elementari in Italia era “l’albanese”.
"A tutto questo penso che serva la mia esperienza di volontariato: per far crescere me stessa, per aiutare come posso qui ad Atene, per dare il meglio agli alunni che incontrerò in futuro e per fare della mia professione la mia piccola e personale battaglia per un’Europa diversa, basata sulle relazioni e sull'inclusione prima che sulle banche e i passaporti." È con queste parole che Francesca, Casco Bianco Caritas Italiana, ci racconta la sua esperienza alla Neos Kosmos Social House ad Atene.
Isabella, che da circa tre mesi sta svolgendo servizio civile a Quito, ha deciso di raccontarci due storie: la prima è quella di “un bel Paese, chiamato Venezuela, dove un tempo la gente viveva spensierata e benestante mentre oggi rischia la vita per un filone di pane”; la seconda è la storia di alcune persone che hanno deciso di lasciare quel “bel” Paese, costrette da fame e violenza a fuggire verso i Paesi limitrofi, in cerca di una vita migliore.
Moussa viene dal Senegal, ha 22 anni, ed è arrivato in Italia nel 2014. Dopo poco meno di due anni riesce ad ottenere il suo permesso di soggiorno e grazie all’incontro con i volontari Caschi Bianchi in formazione, decide di fare domanda per un progetto di servizio civile in Francia, a Lourdes.
Pagina 1 di 2