Calendario

Zambia

Il sogno di un’Africa nuova nelle conversazioni tra un volontario zambiano, che porta il peso di secoli di soprusi sul suo corpo e sul corpo della sua gente, e una volontaria bianca, in uno sforzo di reciproca comprensione.

Mi chiamo Angel Romano M., sono nato nel Dicembre 1944 presso la missione di Lubwe,in Zambia. 
Una giornata al centro nutrizionale: donne, bambine e le loro storie. Fotografia di un incontro.
Grace racconta la sua esperienza: da quando ha scoperto di essere malata ad oggi: l’attività di visita ai malati di AIDS la porta ad accompagnarli spesso alla morte. A volte sono con i familiari, a volte soli. Perché avere un figlio sieropositivo è ancora oggi una vergogna, e la povertà contribuisce a dare ancora più velocità a questo vortice.
Un racconto fatto di molti problemi e poche gioie, e nonostante questo, di coraggio e desiderio di conoscere e di vivere.
Un corso di avviamento professionale al cucito in Zambia può cambiare la vita di una famiglia, può permettere ad una moglie di emanciparsi dal marito, può dare la possibilità di mandare i propri figli a scuola.
Testimonianza di Fosta Kunda, nonna sola con due nipoti sieropositive a carico. Sono sempre di più i nonni che rimangono da soli con i loro nipoti, dopo che i figli muoiono a causa dell’HIV/AIDS. I nonni, o nella maggior parte dei casi le nonne, si ritrovano a essere di nuovo genitori. Ma le difficoltà sono molte.
Nonostante l’età del dominio coloniale si sia ufficialmente conclusa nella seconda metà del XX secolo, appare evidente che l’influenza dominante di alcuni Stati e soprattutto di imprese multinazionali assume oggi forme più subdole. Il caso della privatizzazione delle miniere in Zambia mostra come gli interessi degli investitori internazionali vengano anteposti a quelli dei piccoli imprenditori locali, con effetti disastrosi per la crescita economica locale.
Pagina 3 di 3