Calendario

Aprile 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Aree di intervento

Questa poesia che ho scritto racchiude l'essenza del cammino fino ad ora percorso in questi sette mesi in Perù. È un inno alla gioia, all'amore, alla natura, alle relazioni umani, ai sorrisi, alle delusioni, al condividere e alla bellezza di crescere e prendere consapevolezza del mondo circostante. Osservazione, riflessione e critica sono stati tre elementi essenziali che mi hanno permesso di trarre il massimo da incontri ed eventi che hanno costantemente arricchito le mie giornate peruviane, ma sopratutto di diventare la persona che sono oggi.
"Si è stranieri quando, nonostante la nostalgia, si scopre che non c’è cosa più bella se non sentirsi accolti." Veronica, Casco Bianco in Kenya, ci introduce in un’interessante riflessione sul significato di essere straniero e ci racconta cosa ha significato per lei essere straniera a Siongiroi.
“In questi asientamentos humanos il coefficiente di Gini non è più solo un numero, ma si concretizza e prende forma.” Arianna, Casco Bianco a Lima, ci racconta un paese che sta scoprendo a poco a poco attraverso il servizio civile.
"In un Paese con ambivalenti sfumature africane e arabe quale è il Sudan, lo sguardo di una donna italiana si riempie di persone, luoghi e situazioni impossibili da comprendere senza cambiare il filtro con cui si osserva questo mondo. Ma quando lo sguardo di due donne si incontra, la distanza si annulla e il filtro non serve, l'empatia e al contempo l'interesse nella diversità colpisce entrambe le parti."
Sara e Francesca, Caschi Bianchi a Cusco, in Perù, ci raccontano il loro primo viaggio verso Huilloc e le prime riflessioni sui progetti di cooperazione internazionale.
"All'improvviso mi sono resa conto che sono a metà del mio anno di servizio civile alla Missione Scalabriniana a Quito, in Ecuador. Ci sono molte cose che ho visto, imparato e fatto in questi mesi e sono veramente curiosa di vedere se quelli che verranno saranno così intensi come quelli vissuti finora."
Una giornata divertente passata tra gavettoni, balli, giochi e colori: questo è il carnevale amazzonico che ci racconta Lucrezia, Casco Bianco in Perù.
"La realtà che vedo tutti i giorni sui bus di Quito, una realtà che coinvolge e accomuna centinaia di persone venditrici ambulanti; per me il bus è il posto più rappresentativo della situazione in cui vertono persone in situazione di mobilità umana, principalmente venezuelani, colombiani e gli stessi ecuadoriani a Quito."
Pagina 1 di 54