Calendario

Aree di intervento

"Fondamentale è stata la convivenza con gli altri volontari, che ha suscitato in me entusiasmo nonché la nascita di aspettative", il racconto di Michelangelo, da qualche mese a Boxtel nei Paesi Bassi, dopo la formazione iniziale che lo ha entusiasmato e stimolato ad intessere relazioni.
Un Natale un pò speciale, quello di Samuele e delle famiglie che incontra.
 "Denunciare un abuso è un processo personale non facile, immaginiamoci per un minore e per chi, tale abuso, lo ha subito da una persona vicina al proprio contesto famigliare e comunitario". Come un torneo sportivo può sensibilizzare all'ascolto ed alla denuncia, la testimonianza di Silvia.
Silvia ci scrive da Moroto, in Uganda, dove sta svolgendo il suo servizio civile. Assieme alle sue prime impressioni ci aiuta a capire meglio il progetto in cui è inserita, dove sta scoprendo le potenzialità dell'ascolto attivo e della risoluzione creativa dei problemi
"Quando si parla dei paesi della ex Jugoslavia la confusione storico-politica fa da padrona, la narrativa prevalente, e molto sommaria, è che dopo la morte di Tito sono emersi una serie di sanguinosi conflitti. Si parla spesso di “pulizia etnica”, senza nemmeno spiegare quali etnie vivessero in quei luoghi". Le riflessioni di Desirée, che sta svolgendo il suo servizio civile presso un centro diurno, un centro di ascolto e l'ufficio di Caritas Serbia a Sabac.
"Come Caschi Bianchi in servizio civile che si occupano di diritto alla pace presso l’ufficio di rappresentanza Apg23 all’ONU a Ginevra, partecipare, sostenere e promuovere questo progetto è per noi espressione massima del senso del servizio civile". La conferenza stampa e la proposta per l'Istituzione del Ministero della Pace raccontata da Manuela e Serena.
E' passato un pò di tempo dal suo ritorno dallo Zambia e Francesca è riuscita ora a trovare questo modo originale, leggero ed allo stesso tempo profondo e sensibile, di raccontare
Moussa viene dal Senegal, ha 22 anni, ed è arrivato in Italia nel 2014. Dopo poco meno di due anni riesce ad ottenere il suo permesso di soggiorno e grazie all’incontro con i volontari Caschi Bianchi in formazione, decide di fare domanda per un progetto di servizio civile in Francia, a Lourdes.
Pagina 1 di 49