Calendario

Aree di intervento

“Quando anche i più piccoli sono buttati via, privi di considerazione, liberi di farsi del male e di sopravvivere senza vita, ecco che una società si mostra in tutto e per tutto: nel suo limite ultimo, nella violenza più atroce, nel disumano”. Con queste parole Gabriele Galli, Casco Bianco Apg23 a Ndola, in Zambia, inizia a descriverci la metropoli di Nairobi in Kenya, dove ha trascorso un mese durante il rinnovo del visto zambiano.
Giulia e Francesco sono Caschi Bianchi Apg23 a Coronel Fabriciano, in Brasile. Giulia è partita per dar risposta ad un desiderio che da tempo sentiva nel cuore e Francesco ha deciso di partire per sperimentare la realtà di missione mettendosi a servizio di chi ha più bisogno. Attraverso Raphael, Maria e Cida, Giulia e Francesco ci raccontano una realtà nuova nella quale hanno riscoperto il “bisogno totalizzante di sentirsi amati e voluti da qualcuno”.
La maratona di sensibilizzazione contro la violenza minorile è uno degli eventi che Unicef porta avanti ogni anno nella regione del Karamoja. Silvia, Casco Bianco in Uganda, ha partecipato all'organizzazione e alla realizzazione di questo evento e in questo articolo condivide con noi le sue riflessioni chiedendosi “cosa in realtà, attraverso questo grande evento, abbiamo portato, donato e simbolicamente trasmesso a tutte queste centinaia di persone”.
Dopo la laurea in giurisprudenza conseguita con una tesi su “Associazione a delinquere finalizzata al traffico degli stupefacenti” e un anno vissuto in Australia che ha cambiato profondamente la sua vita, Mariacaterina Massaro decide di partire come Casco Bianco in una comunità terapeutica in Croazia per vivere a contatto con l’anello debole della catena “spaccio”, quello delle persone tossicodipendenti verso le quali ha sempre nutrito interesse.
"Ciò che mi ha spinto a scrivere questa poesia è proprio il coraggio. Il coraggio che ha portato Haime e Jesus a scegliere di cambiare... di fiorire, di vivere, di seguire la speranza e di mostrarla, di essere luce." È questo il motivo che ha spinto Alondra, Casco Bianco a La Paz, a scrivere questa poesia e a raccontarci la storia di due ragazzi che stanno portando a termine il loro programma nella comunità terapeutica di S. Vincente a La Paz.
Samuele e Patricia, Caschi Bianchi in Albania con l'ass. Comunità Papa Giovanni XXIII, con questo video ci raccontano e ci mostrano il progetto nel quale svolgono il loro servizio come Caschi Bianchi.
Da due mesi Valentina è casco bianco a La Paz dove lavora nell'ambito della giustizia riparativa che è da sempre il suo sogno ed è anche l’obiettivo dei suoi studi. Oltre alle difficoltà di ambientarsi in un contesto totalmente nuovo, Valentina ci racconta nello specifico di cosa si occupa e quali sono i progetti messi in campo.
"Quello che cerchiamo di fare nel nostro lavoro quotidiano, è cercare di dar loro una coscienza di gruppo, di tendere a degli obiettivi comuni", è così che Giuseppe, Casco Bianco in Messico, ci racconta come svolge il suo servizio civile con i minori della zona orientale periferica di Aguacalientes.
Pagina 1 di 51