Gruppi di tematiche

Antenne di Pace

Col patrocinio di

Logo Regione

Iniziative

Iniziative nonviolente nel mondo
50 Articoli - pagina 1 2 ... 5
  • Cile

    Villa Grimaldi: tra memoria e speranza

    Villa Grimaldi, luogo di tortura durante la dittatura, diventa via crucis. Chi è uscito vivo da qui, oggi testimonia la lotta contro l’ingiustizia, per la libertà del paese.
    Valentina Circhetta
  • Insieme per promuovere partecipazione
    Cile - video

    Insieme per promuovere partecipazione

    Un video per testimoniare il lavoro e l'impegno di 4 anni: per la partecipazione di bambini/e e adolescenti alla progettazione delle politiche per l'infanzia, e per la costruzione di un dialogo efficace intergenerazionale. Progetto Acuarela a Santiago del Cile.
    Serena Molineris
  • Costruttori attivi di una nuova cultura per il rispetto dell’infanzia
    Cile: speciale infanzia e partecipazione. 2010: bilancio di un anno di attività.

    Costruttori attivi di una nuova cultura per il rispetto dell’infanzia

    Bambini e bambine portano la propria voce. A 20 anni dalla firma della Convenzione per i diritti dell’infanzia, la società civile coadiuva il processo di costruzione di politiche pubbliche a tutela dei minori e predispone azioni di partecipazione diretta e riflessione: scuola di leader, radio popolare, forum, sono solo alcune delle attività promosse dalla rete cilena di bambini e adolescenti, che non perde occasione per confrontare le politiche in atto, verificarne l’efficacia ed elaborare documenti da proporre alle autorità. È possibile scaricare i bollettini informativi e ascoltare le trasmissioni radio.
    Serena Molineris
  • editoriale - di Padre Angelo Cavagna

    Crisi del servizio civile e Crisi della pace

    Contro la tendenza europea a ridimensionare le spese militari, il governo italiano aumenta l’acquisto dei caccia F35 e taglia le spese sociali, non investe più sul servizio civile ma sulla mini-naja, e sembra disponibile a trasformare l’Italia in un enorme magazzino nucleare.L’eliminazione di guerre ed eserciti è una velleità?
    di padre Angelo Cavagna
  • Cile

    Anche i prigioneri Mapuche di Angol e Victoria interrompono lo sciopero della fame

    Nuovo aggiornamento sulla lotta nonviolenta dei Mapuche per le rivendicazioni dei diritti di popolo originario: dieci comuneros ancora in sciopero della fame dichiarano l'interruzione ma segnalano i forti limiti della proposta governativa. Rimane in sciopero un giovane minorenne che riporta l'attenzione sulle violazioni dei diritti dei minori Mapuche: vivono in regioni militarizzate e violente. Alla vigilia del ricordo dello sbarco di Colombo in America e dei secoli di violazioni subite dai nativi.
    Irene Antonietti
  • Cile

    Quattordici prigionieri proseguono lo sciopero della fame

    Le modifiche previste dall'accordo proposto dal governo cileno non cambierebbero di fatto alcuni nodi cruciali nella questione dei processi agli atti di rivendicazione dei Mapuche. Le motivazioni dei prigionieri che portano avanti lo sciopero da più di 83 giorni.
    Irene Antonietti
  • Kanun e vendette di sangue
    Albania - video

    Kanun e vendette di sangue

    "Tanto vicino quanto lontano": un video per colmare una lacuna di informazione. A 90 km dalle noste coste intere famiglie vivono costrette a nascondersi. Le basi storiche del kanun e delle vendette di sangue, e la parola ai protagonisti per capire cosa rappresenta oggi nella società albanese.
    Valentina Viero
  • Nuovo accordo governo-Mapuche: fine dello sciopero
    Cile

    Nuovo accordo governo-Mapuche: fine dello sciopero

    Il governo cileno risponde alle pressioni internazionali: pubblicato il testo di un nuovo accordo che promette importanti revisioni dell'applicazione della legge antiterrorista agli atti di rivendicazione dei Mapuche per i diritti dei popoli originari. Per molti comuneros è l'interruzione di uno sciopero della fame che dura da più di 80 giorni.
    Irene Antonietti
  • Nuove difficoltà nel dialogo governo-Mapuche
    Cile

    Nuove difficoltà nel dialogo governo-Mapuche

    Le strade di Santiago continuano ad affollarsi in solidarietà ai prigionieri Mapuche in sciopero della fame da 80 giorni. I portavoce degi scioperanti portano avanti le richieste circa la legittimità degli atti di rivendicazione del popolo Mapuche, mentre il governo dichiara l'impossibilità del dialogo.
    Irene Antonietti
  • 76 giorni di sciopero della fame
    Cile

    76 giorni di sciopero della fame

    Continuano le tensioni e le aspettative da parte dei prigionieri Mapuche in sciopero della fame per la rivendicazione dei propri diritti di popolo originario. Si allunga l'elenco di esponenti di cultura, politica, chiese, che si sono uniti allo sciopero. Arrestati fedeli cattolici in preghiera durante una processione per manifestazione di solidarietà allo sciopero.
    Irene Antonietti
pagina 1 di 5 | precedente - successiva